le celebrazioni

L’ Opera maggiore della

RONDA degli ARCANGELI :

 

Un metodo vivente, operante ed attualizzato,

per prendersi cura delle Virtù, del Sacro, del Bene Comune.

 

Un’arte di vivere rinnovata

per rendere all’uomo il suo vero posto, la sua dignità

nel prendersi cura della Madre-Terra.

 

“ Venite a concludere un’Alleanza con un Angelo in occasione

delle nostre prossime Celebrazioni.

Entrate anche voi nella Ronda degli Arcangeli. ”

 

 

La Tradizione essena è più che mai viva ed attiva. Dopo il magnifico lavoro compiuto da Rudolf Steiner, Peter Deunov e Omraam Mikhaël Aïvanhov, Olivier Manitara rappresenta oggi la Nazione Essena.

 

Terapeuti, esseri saggi e nobili, gli Esseni hanno sempre lavorato in unione con gli Angeli. All’inizio di questo terzo millennio, la Nazione Essena ha coinvolto tutte le sue forze in un’Alleanza rinnovata: la Ronda degli Arcangeli.

 

Per attivare il corpo dell’anima, gli Esseni si avvicinato agli Arcangeli. Ognuno dei quattro grandi Arcangeli dell’Alleanza div ina è collegato ad una stagione. Quattro volte all’anno, gli Esseni si raggruppano per celebrarli; edificano e dedicano loro un tempio  e si avvicinano alla loro presenza. In questi templi, gli Arcangeli danno un insegnamento sotto forma di Salmi che costituiscono il Vangelo Esseno. Gli Esseni lo studiano durante tutto l’anno, collegandosi in modo continuo al mondo degli Arcangeli, che è quello dell’anima eterna che vive in ognuno di noi. Ogni Esseno si unisce ad un Angelo attraverso una pratica che si chiama “La Ronda degli Arcangeli”. In questo modo, l’Esseno ricupera il suo potere creatore e sceglie di scrivere il suo destino in unione con un Angelo.

La Ronda degli Arcangeli: prendersi cura del sacro

Attraverso i secoli, gli Esseni hanno sempre coltivato questa coscienza, questa visione che un albero non è soltanto un albero, un animale non soltanto un animale, un fiore non soltanto un fiore. Sanno, per via della loro sperimentazione vivente, che dietro tutte queste manifestazioni, ci sono dei mondi e dei mondi, e che sono tutti portatori di un messaggio sacro per il nostro cuore.

È per questo motivo che ce ne dobbiamo prendere cura. Infatti, “Esseno” significa del resto “prendersi cura, colui/colei che si prende cura del prezioso, dell'essenziale”: la radice della parola essenziale essendo la stessa di Esseno.

La natura è come uno specchio - lo specchio di tutti i mondi; essa ci fa scoprire ciò che siamo nel nostro più intimo. Ci mostra chi è Dio e ciò che è la vita; è vivente ed intelligente. E respira, come la Terra respira.

Come l'uomo respira attraverso quattro movimenti, la terra respira anche attraverso quattro movimenti, che conosciamo come e che chiamiamo le quattro stagioni. L’ispirazione, nella respirazione dell'uomo, corrisponde all'autunno nella natura; la ritenzione dell'aria all'inverno; l’espirazione è la primavera, e l’altra ritenzione dell'aria è l'estate.

Fin dall'alba della coscienza umana, la tradizione Essena - portata all'umanità da Enoch - è portatrice di un segreto immortale, di una rivelazione immutabile: quella del nome di Dio dalle quattro lettere. Anzi se ne ritrovano delle tracce sparse in tutte le tradizioni di tutti i popoli del mondo.

Enoch rivelò agli uomini i quattro grandi nomi di Dio che si manifestano attraverso le quattro stagioni; quest'ultimi sono come i quattro visi del Dio unico, i quattro aspetti della sua intelligenza suprema, del suo essere eterno. Così chiamò l'autunno, Michele; l'inverno, Gabriele; la primavera, Raffaele; l'estate, Uriele.

Sono i quattro grandi Arcangeli che costituiscono le quattro lettere del nome santo divino, la sua rivelazione completa. Sono “i quattro Vivi che portano il trono dell'eterno”, “i quattro animali santi” di cui è fatto menzione nell'apocalisse di San Giovanni.

Questa rivelazione universale riemerge nuovamente dalla coscienza umana attraverso la grande Ronda degli Arcangeli, celebrata all’inizio di ogni nuova stagione, dalla nazione Essena contemporanea.

 

Viviamo una svolta della Storia del mondo

 

Stiamo vivendo un vero e proprio cataclisma ecologico globale. Ogni giorno, alcune tradizioni, specie animali e vegetali scompaiono. Numerose persone si stanno mobilizzando per dare un segnale d’allarme. L’ecologia è diventata una delle maggiori preoccupazioni per l’umanità.

 

Ma c’è qualcosa di ancor più grave: cacciati via da uno spirito di meccanizzazione onnipresente, gli Angeli e gli Arcangeli spariscono e abbandonano la terra. Nessuno si alza per salvare il regno angelico. Chi si unisce agli Angeli? Chi pensa a loro e li invita nella propria vita? Chi li chiama per donar loro un po’ di forza, e non solo per prendere?

 

Nella nostra cultura materialista, più nessuno sa che cos’è un Angelo né come avvicinarsi al suo essere. Eppure, dietro il mondo visibile vi è un mondo sacro.

Essere collegati a questo mondo è un bisogno vitale dell’uomo: senza questo, l’umanità intera sparirà.

 

Un impegno spirituale nella vita quotidiana

 

Davanti a questa situazione, la Nazione Essena si impegna per la salvaguardia degli Angeli puri e divini della sua Alleanza della Luce. La Ronda degli Arcangeli si pone nella continuità della Tradizione Essena di comunione con gli Angeli del Padre e della Madre, ma in un modo del tutto consono alla nostra vita moderna.

 

La Ronda degli Arcangeli dà a ognuno di noi i mezzi per unirsi con un Angelo nella vita quotidiana e di partecipare all’opera comune della Nazione Essena.

Prendendosi cura di un Angelo, cioè di una virtù nella Ronda degli Arcangeli, ciascuno può beneficiare di un metodo magico, potente e autentico.

 

Come entrare nella Ronda degli Arcangeli?

 

In occasione  dei due assi dell’anno (solstizi d’estate e d’inverno, equinozi di primavera e d’autunno), si aprono delle porte per tutti coloro che desiderano comunicare con il mondo divino e portarlo nella vita terrena. In questi momenti precisi, la Nazione Essena e tutti gli amici degli Esseni si radunano in varie parti del mondo, per celebrare i quattro Arcangeli fondatori della nostra Terra.

 

Questi incontri si svolgono sotto la guida di Olivier Manitara, Maestro autentico della Tradizione e rappresentante del popolo Esseno nella nostra epoca.

 

Una serie di insegnamenti pratici, di canti e danze sacri permettono al partecipante di immergersi nelle energie, nelle vibrazioni portate dagli Angeli e Arcangeli.

 

Il nostro universo è costituito da quattro elementi: il fuoco, l’acqua, l’aria e la terra. Ognuno di questi elementi viene creato ed animato da un’intelligenza divina eterna chiamata ‘Arcangelo’.

 

L’Arcangelo Michele è il Padre del Fuoco.

L’Arcangelo Raffaele, lui, è il Padre dell’Aria.

L’Acqua è creata e animata dall’Arcangelo Gabriele.

L’Arcangelo Uriele è il Padre della Terra.

 

L’adesione alla Ronda degli Arcangeli permette anche di entrare nella Nazione Essena, Nazione dal karma puro e chiaro, creata da tutti coloro che vogliono prendersi cura del divino sulla terra tenendo conto di tutti i regni: minerale, vegetale, animale, umano, angelico, arcangelico e divino.

 

Chi può parteciparci?

 

Tutti sono i benvenuti. La pratica quotidiana della Ronda degli Arcangeli è molto semplice. Permette ad ognuno di unirsi con l’Angelo di una virtù. La nostra motivazione è innanzitutto la salvaguardia degli Angeli in seno all’umanità, ma la Ronda degli Arcangeli porta numerosi benefici a coloro che la praticano quotidianamente. Tutti i partecipanti testimoniano di un miglioramento della loro vita a tutti i livelli.

 

La Ronda degli Arcangeli è un’azione umanitaria con il patrocinio della Fondazione Essenia per la salvaguardia e l’educazione dell’uomo. Il suo creatore, Olivier Manitara, è riconosciuto come ‘Messaggero della Pace’ dall’UNESCO e partecipa alla ‘Meditation Room’ dell’ONU.

 

La Ronda degli Arcangeli in pratica…

 

L’anno esseno è un cerchio punteggiato da quattro Celebrazioni salienti. Durante queste Celebrazioni, gli Esseni si ritrovano intorno al loro Insegnante per rinnovare e rinforzare il loro legame con l’Angelo che portano in occasione della Cerimonia chiamata La Ronda degli Arcangeli.

 

Per entrare nella Ronda degli Arcangeli, basta impegnarsi a unirsi con l’Arcangelo di propria scelta durante una delle celebrazioni.

 

Poi nell’arco di tempo che separa ogni appuntamento (tre mesi), una pratica individuale molto semplice permette di studiare la saggezza essena e di avvicinarsi al proprio Angelo. Si svolge una volta la mattina e un’altra volta la sera. Occorrono soltanto pochi minuti e può esser  fatta da tutti, in tutta semplicità.

 

Dopo aver acceso una candela, una serie di movimenti sacri permettono di armonizzare le proprie energie con l’Angelo che si porta. In sua presenza, la parola degli Arcangeli viene letta per collegarsi alla sua forza divina. Così si può recuperare forza e serenità nel quotidiano, oltre al fatto di beneficiare di tutte le energie angeliche elaborate dall’insieme di tutti gli Esseni.

 

Nella vita quotidiana, la Ronda degli Arcangeli è un momento di riconnessione privilegiato che diventa ben presto indispensabile per ricentrarsi. L’Angelo della Ronda degli Arcangeli è una protezione e un aiuto. La sua energia permette anche di capire il senso della vita, la propria missione dell’anima. In un procedimento di evoluzione personale, costituisce una forza straordinaria per armonizzarsi, trasformarsi, guarire e superare tutti i propri limiti. È una porta aperta su un’altra realtà che rende la vita più bella.

 

La Ronda degli Arcangeli è un’esperienza, un cammino pratico di scoperte e di felicità. Permette ad ognuno di entrare in contatto con un mondo di purezza, di saggezza e d’amore. È un’esperienza unica al mondo, una grande avventura umana in cui la condivisione, l’amicizia, la fiducia, la speranza, l’incontro, il rispetto e la scoperta riacquistano tutto il proprio significato.

 

Vi invitiamo a scoprire ed a condividere una tale esperienza.